I 9 TIPI DI FAME

Esistono 9 tipi di fame, 5 sono legate ai nostri sensi: la fame degli occhi, la fame del tatto, la fame dell’ orecchio, la fame del naso, la fame della bocca. Poi abbiamo la fame dello stomaco, la fame della mente e la fame del cuore (le ultime due le piu’ difficili da gestire). Ma l’ unica vera fame e’ la fame cellulare, cioe’ quella del nostro CORPO, che dobbiamo imparare a riconoscere e ad ascoltare per avere un rapporto equilibrato con il cibo. Anche la sete puo’ essere scambiata per fame, se si beve poco durante il giorno, per questo consiglio di bere sempre un bicchiere di acqua a digiuno, a partire dalla mattina appena svegli. La fame degli OCCHI va saziata creando bellezza, apparecchiando bene la tavola (anche quando siamo soli), preparando dei piatti colorati e utilizzando piatti e posate piu’ piccoli, per far apparire le nostre porzioni piu’ grandi. La fame del TATTO si sazia toccando il cibo con le mani, mentre lo cuciniamo, lo tagliamo o ad esempio quando mangiamo il pane, la frutta, la cioccolata, creiamo una connessione con esso. Si sazia anche massaggiando il nostro corpo con creme profumate al gusto di un alimento (es vaniglia, mandorla, cocco, fragola ecc). La fame dell’ ORECCHIO e’ quella evocata dal rumore del cibo (es patatina che frigge, il crackers che si spezza), per saziarla basta preparare il pasto in silenzio e ascoltare mentre cuciniamo o mangiamo, qualsiasi rumore presente in cucina. La fame del NASO e’ quello che influenza piu’ la nostra mente, la maggior parte del sapore e’ data dal senso dell’ olfatto (infatti quando siamo malati non sentiamo il gusto). Per saziare questo tipo di fame basta annusare il nostro cibo, aggiungere erbe aromatiche, e anche profumare l’ ambiente in cui viviamo con candele, fiori fresche o incenso. La fame della BOCCA e’ quella che ci permette di capire se una cosa ci piace o no. Per soddisfarla bisogna mangiare molto lentamente gustando fino in fondo. La fame dello STOMACO e’ quando lo sentiamo brontolare, va riempito con una porzione molto piccola di cibo per sentirci appagati. Lo stomaco lavora meglio quando non e’ pieno. La fame del CUORE, e’ quando utilizziamo il cibo per colmare un vuoto, un dolore. Il cibo puo’ agire come una medicina cambia umore, ma sempre nelle giuste dosi e in piena consapevolezza, senza fare danni alla salute. Creando una connessione positiva con esso, qualunque cibo puo’ nutrire il nostro cuore (non solo dolci e snack). Il cuore va nutrito anche con l’ amore, la gentilezza, la fiducia, il coraggio ecc.. La fame della MENTE nasce dai pensieri e da tutte le informazioni che riceviamo ogni giorno sul cibo, diete del momento, mode passeggere, tv, articoli sul giornale, famiglia, amici. Tutto ciò ci condiziona e ci porta ad avere dei pregiudizi sul cibo, con conseguente approccio di ansia e preoccupazione,《Es. Quel cibo è troppo calorico, devo mangiare più verdura, la pasta ingrassa, il gelato fa male, ecc.》. Così ogni volta che decidiamo di mangiare lo facciamo perdendo l’ ESSENZA DI QUELLO CHE STIAMO FACENDO, NON USIAMO I 5 SENSI PER GUSTARLO A PIENO, E NON RESTA UNA SENSAZIONE DI PIACERE MA SENSO DI COLPA, che non fa altro che accrescere il desiderio. Bisogna tornare ad un APPROCCIO PIU NATURALE E RILASSATO AL CIBO (come quello dei bambini, o degli animali), abbandonare i pensieri contrastanti e lasciarsi guidare esclusivamente dal nostro CORPO, che ci indica chiaramente cio’ di cui ha bisogno se lo sappiamo ascoltare (carbo? proteine? verdura? sali minerali? zucchero? fibre? acqua?), essere presenti e consapevoli nel momento in cui mangiamo. Si puo’ cedere alla tentazione ma sempre in maniera consapevole, associando cosi’ il cibo ad un momento POSITIVO e di SODDISFAZIONE. P.S. Ci si puo’ distrarre, superando il momento di tentazione, o di stress, mettendo in atto comportamenti sani o gratificanti come: fare una passeggiata, stare all’ aria aperta, ascoltare della musica, giocare con il proprio animale domestico, leggere, telefonare ad un amico, guardare un film, fare degli stiramenti muscolari, meditare … semplicemente, prendenderci una PAUSA. Non tenere cibi poco sani in casa, non andare a fare la spesa quando si ha fame o si è arrabbiati/stressati. Concentrarsi sui cambiamenti positivi derivanti dall’aver introdotto abitudini alimentari più sane e dall’aver imparato a riconoscere il senso di sazietà. Questo può aiutare a rinforzare l’autostima e accettare meglio il proprio corpo.

2 pensieri riguardo “I 9 TIPI DI FAME

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...