OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA, ELISIR DI LUNGA VITA

RE DELLA DIETA MEDITERRANEA

L’olio di oliva  e’ caratterizzato da un elevato contenuto di grassi monoinsaturi (quelli buoni per intenderci).   La normativa europea (Regolamento CEE n. 2568/91 e successivi aggiornamenti) ha fissato gli standard qualitativi minimi che l’olio di oliva deve presentare per poter essere commercializzato con la dicitura “Olio Extra Vergine”. Deve essere ottenuto tramite estrazione con soli metodi meccanici. L’acidità di un olio extra vergine non deve mai superare lo 0,8%. Infatti l’acidità, cioè la concentrazione di acidi grassi liberi, è uno dei parametri fondamentali per valutare qualitativamente l’olio.

L’olio di oliva extravergine è diventato l’alimento grasso principale della Dieta Mediterranea, non e’ solo un condimento, è a tutti gli effetti, un alimento funzionale, ricchissimo cioé di proprietà benefiche e protettive per l’organismo.

E’ fonte di: vitamina E (tocoferolo), vitamina A, ferro, polifenoli (comeidrossitirosolo e l’oleuropeina), molecole dall’attività antiossidante, che contrastano lo stress ossidativo del corpo umano dovuto ai radicali liberi, che provoca invecchiamento e malattie. Questo fa sì, in pratica, che l’olio d’oliva funga da antinfiammatorio e prevenga le malattie cardiovascolari e l’arteriosclerosi. Studi scientifici suggeriscono infatti che l’olio d’oliva potrebbe aiutare a controllare il rischio cardiovascolare influenzando i livelli di lipidi nel sangue e l’ossidazione delle LDL. Innanzitutto, al contrario di quello che si crede, l’olio extravergine è un ottimo digestivo. Questo significa che aumenta la secrezione degli enzimi digestivi e la produzione di sali biliari da parte del il fegato. E siccome il colesterolo si elimina con il flusso biliare, ecco che mangiare olio tutti i giorni, ormai è dimostrato scientificamente, aiuta ad abbassare i livelli di colesterolo. Anche per la gastrite è un ottimo rimedio, perché ha grande effetto antinfiammatorio sulle mucose dell’apparato digerente. Agisce poi sull’assorbimento delle vitamine liposolubili (A, D, E, K) e del calcio.

Il consumo quotidiano di olio extravergine di oliva aiuta a prevenire e combattere i tumori intestinali dal momento che i suoi componenti, soprattutto l acido oleico, sono in grado di regolare e inibire la proliferazione cellulare. Aiuta, inoltre, a ridurre i picchi di glicemia dopo i pasti, riducendo la quantità di insulina prodotta dall’organismo, quindi aiuta a prevenire diabete e sindrome metabolica. Promuove la fertilita’ e combatte la sindrome dell’ ovaio policistico grazie alla presenza di vitamina E ed acidi grassi monoinsaturi, oltre che di clorofille. Ottimo nel correggere la stipsi con la sua azione lassativa

Ovviamente si parla solo di oli di altissima qualità, derivanti da coltivazioni biologiche.

 Dimostrati anche da molti studi scientifici, tra cui uno recente, italiano, pubblicato su Gastroenterology, sostenuto da Fondazione Airc, sono gli effetti anticancro dell’extravergine, il consumo quotidiano di olio extravergine di oliva aiuta a prevenire e combattere i tumori intestinali dal momento che i suoi componenti, soprattutto l acido oleico, sono in grado di regolare e inibire la proliferazione cellulare. Sfruttando le proprietà benefiche dell’acido oleico, in futuro sarà possibile ridurre l’insorgenza del tumore soprattutto nei pazienti con infiammazione intestinale o già precedentemente affetti da questa malattia, e rallentarne la crescita e migliorare i trattamenti antitumorali già in uso, potenziandone l’effetto. Aiuta, inoltre, a ridurre i picchi di glicemia dopo i pasti, riducendo la quantità di insulina prodotta dall’organismo, quindi aiuta a prevenire diabete e sindrome metabolica.         

La mantecatura in olio caldo, ad esempio di un piatto di pasta, riduce l’assorbimento degli zuccheri del 30 per cento. Se viene mantenuto sotto il “punto di fumo” che è a 180 gradi, è l’ideale per ogni tipo di frittura. Le patatine fritte in olio extravergine assorbono pochissimo olio (solo il 5 per cento, mentre le patate la forno ne assorbono il 45 per cento) e sono più digeribili, perché disidratate e quindi meglio assorbibili dai succhi gastrici.

L’olio d’oliva è famoso anche per le sue proprieta’ cosmetiche, anti-crespo sui capelli, e emolliente e anti-invecchiamento per la pelle, grazie alla vitamina E.

L’olio extra vergine di oliva è quindi un alimento fondamentale per tutte le diete. Per i bambini, fin dallo svezzamento, le pappe del neonato possono essere completate con piccole quantità di grassi sotto forma di oli extravergine di oliva, poiché apporta acido oleico, facilmente digeribile e ben utilizzato per produrre energia fondamentale per lo sviluppo, presente anche nel latte materno, e omega 3.Per gli sportivi perché è fonte di energia prontamente digeribile e nell’età senile in quanto limita la perdita di calcio nelle ossa.  

  L’ olio extravergine di oliva risulta un ‘magico ingrediente’ che mette tutti d’accordo,è un “alicamento”, alimento e medicamento, grazie alla presenza di composti bioattivi dalle proprietà altamente benefiche per l’organismo umano. Torniamo alla merenda con pane e olio: ha tutte le caratteristiche necessarie di pasto equilibrato e sano.   Presenta moltissime proprietà benefiche e curative, ma questa affermazione non è valida per tutti gli oli in commercio. Molti oli sono infatti il risultato di processi chimici e contengono sostanze non proprio salutari: bisogna dunque porre molta attenzione ai prodotti che si acquistano verificando sempre l’etichetta e le informazioni relative alla provenienza delle olive e al luogo di produzione. In Italia sono molto rinomati gli oli delle regioni centrali, come Toscana o Lazio, oltre che per il loro ottimo sapore anche per la naturalezza e la qualità degli Olivi dai quali provengono.

Il Lazio, in particolar modo la zona di Canino, presenta una vasta scelta di oli monovarietali del tutto naturali con tutte le proprietà benefiche e salutari che ci si aspetta da un olio di qualità. Una recente ricerca dell’Università La Sapienza di Roma, sugli effetti benefici dell’olio d’oliva nella cura del diabete, ha indicato l’olio prodotto sulle colline della Tuscia viterbese come il più efficace per la prevenzione e la cura della salute.

L’interesse per l’olio d’oliva è in costante crescita, con l’avanzare dell’età, la consapevolezza della cura di sé e della propria salute aumenta. I genitori vanno sempre di più alla ricerca di cibi sani per alimentare i propri figli, e di pasti facili, veloci, ma gustosi, così l’olio extravergine di oliva risulta un ‘magico ingrediente’ che mette tutti d’accordo, è un “alicamento”, alimento e medicamento, grazie alla presenza di composti bioattivi dalle proprietà altamente benefiche per l’organismo umano.

DOTTORESSA ZOCCALI QUALI SONO SECONDO LEI I PRINCIPALI BENEFICI NUTRIZIONALI DELL’OLIO EVO?

Dal mio punto di vista i principali benefici nutrizionali sono 3:

  1. Contiene molecole antitumorali e antiossidanti naturali come l’oleocantale e l’acido oleico, come conferma il recente studio dell’Università di Oxford, del 2018 (Extra-virgin olive oil contains a metabolo-epigenetic inhibitor of cancer stem cells).
  2. Regola la pressione sanguigna e riduce i livelli di colesterolo nel sangue con il suo contenuto di idrossitirosolo.
  3. Promuove la fertilità e combatte la sindrome dell’ovaio policistico grazie alla presenza di vitamina E ed acidi grassi monoinsaturi, oltre che di clorofille.

E’ una vera e propria miniera, che ancora sottovalutiamo, fatta di circa 300 sostanze.

PER L’ALIMENTAZIONE DEI NOSTRI BAMBINI È INDICATO IL CONSUMO DI OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA?

Come genitori vogliamo per i nostri figli il meglio, e il meglio è fare in modo che crescano in salute, con abitudini che la mantengano.L’olio extravergine d’oliva è una di queste. Siamo nati nel paese che ne produce una grande quantità e di ottima qualità, usiamolo come hanno fatto i nostri genitori e nonni.

DA CHE ETÀ È POSSIBILE COMINCIARE?

Durante lo svezzamento aggiungiamolo crudo alle minestrine, aiuterà il bambino ad assimilare le vitamine liposolubili (A,D,E,K), fornirà elementi antiossidanti e antiradicali liberi, i composti fenolici cui tanto si parla oggi, non presenti negli altri oli vegetali perché estratti da semi e non da un frutto come l’olio extravergine d’oliva.
Considerando la composizione simile al latte materno, eviteremo la carenza di degli omega 3, carenti nel latte vaccino ed essenziali nella composizione della struttura delle cellule e delle loro membrane, nella funzionalità del cervello, nella strutturazione della retina.
L’introduzione nella dieta dell’olio extravergine d’oliva, al divezzamento e fino a quando il bambino non comincerà ad introdurre il pesce (meglio azzurro), è l’unica fonte che, oltre a dare un buon apporto calorico, porta all’organismo in rapida evoluzione una certa quantità di omega 3.
Il suo uso è raccomandato anche per la cura della pelle. Nei lattanti, patologie come la crosta lattea (dermatite seborroica), la dermatite nell’area del pannolino traggono vantaggio dall’uso dell’olio extravergine d’oliva che contenendo squalene, sostanza molto simile al sebo, ha un alto potere detergente e lubrifica il cuoio capelluto. L’applicazione con un batuffolo di cotone, permette la successiva rimozione delle croste. Le nonne usavano come cura per l’arrossamento nell’area del pannolino “olio sbattuto in acqua”, vecchio metodo ma tuttora valido.

E PER I PIÙ GRANDI?

Torniamo alla merenda con pane e olio: ha tutte le caratteristiche necessarie di pasto equilibrato e sano. Abituiamo i nostri figli a mangiare le verdure crude o al vapore con un filo d’olio. Approfittiamo delle sue proprietà di regolatore intestinale e dell’attività epatica. Ottimo nel correggere la stipsi con la sua azione lassativa, più efficace a digiuno.

E SE CI CHIEDONO LE PATATINE FRITTE?

I ragazzi apprezzano molto le patatine fritte, non esagerando accontentiamoli. È comunque meglio friggerle in olio extravergine d’oliva, per le sua peculiarità di resistere fino a 220°, rimanendo inalterate le sue caratteristiche, senza produrre polimeri tossici.

ED IN FINE PER I GENITORI? QUANTO È POSSIBILE CONSUMARNE?

Nelle mie diete dimagranti, e nei piani nutrizionali personalizzati che elaboro, permetto di utilizzare ogni giorno Olio Evo, a crudo, in quantità libera, senza dosarlo col contagocce o col cucchiaio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...